Attestati formazione farlocchi? Ecco come scoprire se sono considerati validi!

Attestati formazione farlocchi? Ecco come scoprire se sono considerati validi!-0

Attestati formazione farlocchi? Ecco come scoprire se sono considerati validi!

COME RICONOSCERE LA VALIDITA’ DI UN ATTESTATO DI FORMAZIONE?

Link e vademecum a disposizione degli utenti La legge del 2008 è stata molto utile: ha reso obbligatoria la formazione facendo chiarezza in un settore che prima vedeva ampie zone di ambiguità. Ma al contempo ha generato un mercato che ha fatto gola a tanti. Creare enti bilaterali o società fittizie attraverso cui fornire corsi farlocchi è diventato un business allettante.

L’attestato è fondamentale per certificare l’acquisizione delle competenze e dovrà essere presentato dall’azienda durante eventuali controlli da parte delle autorità competenti.

Ma i certificati, per essere considerati validi, quali elementi devono riportare:

  • I dati relativi all’ente che organizza il corso
  • la Normativa di riferimento ovvero il frammento del Testo Unico Sicurezza sul Lavoro
  • I dati del partecipante
  • Il Tipo di corso, settore di appartenenza, ore frequentate
  • Il Periodo del corso
  • La Firma del formatore e del corsista

Ma non basta; occorrerebbe verificare che il corso stesso sia riconosciuto dalla pubblica amministrazione. Qui linkato l’elenco degli operatori accreditati dalla regione Lombardia.

Ing. Francesco Colacicco

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy