Bando Isi 2014, dall’Inail un incentivo alle aziende ad investire in sicurezza e prevenzione

Bando Isi 2014, dall’Inail un incentivo alle aziende ad investire in sicurezza e prevenzione-0

Bando Isi 2014, dall’Inail un incentivo alle aziende ad investire in sicurezza e prevenzione

29 dicembre 2014 0 Comments

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale disponibili tutte le informazioni utili per prendere visione anche quest’anno del bando dell’Istituto che eroga risorse a fondo perduto alle imprese attente a fare investimenti virtuosi e utili per la sicurezza dei lavoratori e la prevenzione degli infortuni. Dal 3 marzo al 7 maggio 2015 la possibilità di partecipare inviando on line, sul portale Inail, la domanda di finanziamento.

Come ormai consuetudine a fine anno, anche stavolta Inail lancia il bando Isi 2014, attraverso il quale le imprese possono usufruire di ben 267 milioni di euro a fondo perduto per predisporre misure e azioni di prevenzione, utilizzare modelli organizzativi antinfortunistici e sostituire o adeguare macchine e attrezzature di lavoro. I fondi, che saranno attribuiti fino ad esaurimento dei budget regionali secondo l’ordine cronologico di arrivo della domanda di partecipazione, sono cumulabili con altri benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito. Da sottolineare, inoltre, che la somma erogata rappresenta la quinta tranche di un ammontare complessivo di oltre un miliardo di euro stanziato dall’Istituto a partire dal 2010.

 Chi può presentare la domanda. Entrando nel dettaglio, i fondi saranno utilizzati per progetti di investimento e per l’adozione di soluzioni operative e di responsabilità sociale. Il contributo erogato in conto capitale sarà pari al 65% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto presentato, è compreso tra un minimo di 5 mila e un massimo di 130 mila euro (ad eccezione delle aziende che impiegano fino a 50 addetti, per le quali non c’è limite di spesa) e può essere erogato alle imprese, anche in forma individuale, iscritte alle Camere di Commercio.

Le domande di partecipazione solo on line. Come per le passate edizioni, le adesioni al bando da parte delle imprese potranno essere effettuate esclusivamente per via telematica. A partire da martedì 3 marzo e fino a giovedì 7 maggio 2015, sarà possibile presentare sul portale dell’Istituto i progetti per cui si chiede l’incentivo. Successivamente, a partire da martedì 12 maggio le aziende considerate ammissibili potranno accedere al sito per ottenere il proprio codice identificativo da usare nell’inoltro della domanda online nelle date di apertura dello sportello informatico. Nel pieno rispetto della trasparenza, gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande presentate saranno pubblicati sul portale dell’Istituto, con l’indicazione di quelle meritevoli di ricevere il contributo.

L’apprezzamento del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti. “Il nostro Paese – sottolinea Giuliano Poletti Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali – destina risorse significative per incentivare interventi che promuovano la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro, nella convinzione che queste rappresentino, oltre che un imperativo etico per una buona impresa, un’importante leva per migliorarne la competitività. In particolare, le risorse messe a disposizione dal bando Isi, in quanto favoriscono investimenti in attrezzature più moderne ed in processi organizzativi più efficaci, rappresentano un supporto significativo in questa direzione”.

De Felice (Presidente Inail): “Bando Isi come buona pratica a livello europeo”. “Il progetto Isi – afferma il Presidente dell’Inail Massimo De Felice – è un esempio rilevante di come le politiche di prevenzione possano essere, tramite il miglioramento dei macchinari, dei processi produttivi e dell’organizzazione, strumentali allo sviluppo e alla crescita. Questo progetto dell’Inail è diventato un caso di studio anche a livello europeo.”

Assistenza tecnica a tutto campo, dal web al telefono. Per ogni informazione relativa al bando Isi e sulle procedure telematiche di presentazione delle domande, oltre al sito www.inail.it, è a disposizione degli utenti il Contact Center al numero verde 803164 (gratuito da rete fissa) oppure, da cellulare, il numero 06.164.164 (a pagamento in base al proprio piano tariffario).

Approfondimenti

Fonte: INAIL

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy