Certificazione macchinari CE non a norma

Certificazione macchinari CE non a norma-0

Certificazione macchinari CE non a norma

18 settembre 2014 , 0 Comments

Da oggi SQ Più (Sicurezza & Qualità) S.r.l. fornisce anche il servizio di certificazione marcature CE secondo la nuova direttiva 2014/68/UE

La nuova direttiva 2014/68/UE si applica alla progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità delle attrezzature a pressione e degli insiemi sotto posti ad una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar. Per “attrezzature a pressione” si intendono i recipienti, tubazioni, accessori di sicurezza ed accessori a pressione, compresi, se del caso, elementi annessi a parti pressurizzate, quali flange, raccordi, manicotti, supporti, alette mobili; la direttiva armonizza le disposizioni nazionali per quanto concerne il rischio derivante dalla pressione.

Macchine CE e non CE

In molte aziende sono presenti macchinari costruiti  prima del settembre 1996 (anno di entrata in vigore della prima direttiva macchine); tali macchine devono essere valutate per verificare la conformità o meno ai requisiti minimi per la sicurezza indicati nel D.Lgs 81/08. Le altre macchine (post settembre 1996) seppur correttamente marcate CE necessitano di una verifica (diversa dall’altra precedentemente e sposta) ai requisiti minimi per la sicurezza indicati nel D.Lgs. 81/08.

 Macchine Autocostruite

In molte realtà sono presenti macchinari auto costrutti e messi a disposizione del personale. In questi casi la legislazione assimila la messa a disposizione del personale alla immissione sul mercato e per tanto richiede la marcatura CE della macchina.

 Assiemaggio di Macchine

La Corte di Cassazione ha disciplinato i presidi antinfortunistici concernenti le macchine che, da un lato, ha esteso ad altri operatori l’obbligo di controllo della regolarità della macchina prima che la stessa venga messa a disposizione del lavoratore e dall’altro ha individuato i cosiddetti “costrutto riinsenso giuridico” di un macchinario e cioè quelli che creano un sistema che risulti composto da macchine prodotte da altre ditte, i quali proprio a seguito di tale assemblaggio hanno l’obbligo di controllare la regolarità del macchinari o nel suo complesso al fine di ottenere la certificazione necessaria permetterla in esercizio a disposizione dei propri lavoratori.

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy