In Toscana si testa il ricoscimento pedoni anche sui muletti

In Toscana si testa il ricoscimento pedoni anche sui muletti-0

In Toscana si testa il ricoscimento pedoni anche sui muletti

In Toscana, un progetto sull’intelligenza artificiale, si presta ad aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro.

E’ il caso del progetto Logis di Pitom di Navacchio, che grazie al sistema già usato sulle auto di ultimissima generazione per il riconoscimento dei pedoni è in grado di aiutare chi conduce mezzi di movimentazione nei porti o nei magazzini ad incidenti che spesso possono essere mortali. Il sistema accresce infatti la visuale degli operatori, riconosce le persone che si muovono vicino al macchinario, lo segnala al conducente e, quando la distanza diventa minima, può assumere il controllo e bloccare il mezzo per evitare gravissimi incidenti.

I primi test si sono svolti a Livorno. Proseguono a Voltri in Liguria, ma riguardano un’ulteriore evoluzione. La tecnologia è infatti già presente su alcuni macchinari in commercio. Logis ha vinto il bando POR-CREo 2012 Ricerca e Sviluppo promosso dalla Regione Toscana e speriamo che si sviluppi velocemente per diminuire i gravosi infortuni per investimenti ad opera di muletti sui lavoratori.

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2018 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy