Massa, operaio muore schiacciato da una lastra di marmo

Massa, operaio muore schiacciato da una lastra di marmo-0

Massa, operaio muore schiacciato da una lastra di marmo

L’incidente in un laboratorio nella zona industriale

Un operaio è morto stamani in un laboratorio per la lavorazione del marmo a Massa: Carlo Morelli, 61 anni, è rimasto vittima di un incidente sul posto di lavoro. Secondo le prime informazioni una pesante lastra di marmo gli sarebbe caduta addosso, schiacciandolo. I primi soccorsi sono arrivati dai compagni dell’uomo ma inutilmente. L’incidente è avvenuto all’apertura del laboratorio del marmo che si trova nella zona industriale di Massa.
L’uomo, residente a Marina di Carrara, secondo una prima ricostruzione stava caricando con altri compagni di lavoro un carrello di lastre di marmo nel laboratorio, quando, per cause ancora non accertate, è stato travolto da una parte del carico ed è morto schiacciato. Quello di oggi segue di poche settimane l’incidente sul lavoro nelle cave di marmo sulle Apuane, dove, il 14 aprile, morirono due cavatori travolti da una frana.

Avrebbe dovuto firmare un contratto a tempo indeterminato a breve e smettere di essere un lavoratore precario. Carlo Morelli è morto all’interno della Co.Se.Luc, una segheria di marmo nella zona industriale di Massa (Massa Carrara). Morelli, 61 anni, di Marina di Carrara, era un lavoratore interinale: “Finalmente farò le ferie questa estate”, aveva detto ai compagni di lavoro pochi giorni fa: oggi è morto schiacciato da una lastra di marmo nel piazzale della segheria di proprietà di Giuseppe Corsi, anche presidente della cooperativa. Morelli lavorava nel settore da oltre 30 anni: l’ultimo impiego alla Ronco Marmi srl di Carrara, che chiuse nel 2012, lasciandolo senza lavoro. Viveva con la moglie e a carico aveva anche la figlia, di 35 anni e il nipotino. L’operaio stava movimentando un carrello carico di lastre di marmo, quando una di queste si è sfilata schiacciandolo. E’ stato trasportato al pronto soccorso. In fin di vita, è morto poco dopo in ospedale.

Fonte: Ansa

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy