Rampe obbligatorie per i negozi di Milano entro il 25 novembre 2015

Rampe obbligatorie per i negozi di Milano entro il 25 novembre 2015-0

Rampe obbligatorie per i negozi di Milano entro il 25 novembre 2015

In data 26 Novembre 2014 è entrato in vigore il nuovo testo che impone, entro il 25 Novembre 2015, di intervenire secondo le prescrizioni. Ne citiamo gli stralci più importanti che indicano chiaramente come le attività commerciali dovranno adeguarsi in materia di accessibilità e barriere architettoniche che ostacolino l’accesso al negozio o al locale pubblico.

Art.77-3. (…) è possibile intervenire con una soluzione che insista sullo spazio antistante all’ingresso su suolo pubblico con soluzioni di adeguata efficacia (rampe esterne, piattaforme meccaniche, rampe removibili). A tal fine il progetto – a firma di un tecnico abilitato – dovrà essere presentato all’Ufficio Occupazione Suolo Pubblico e dovrà individuare la soluzione più adatta, mantenibile a titolo gratuito, nel rispetto degli spazi di passaggio sul marciapiede, della sicurezza, delle attrezzature/impianti pubblici e della percezione da parte delle persone con disabilità sensoriale; in questo caso per l’occupazione di suolo pubblico, non sarà previsto alcun onere. Qualora non sia possibile, per la ridotta larghezza del marciapiede, adottare una soluzione che insista sullo spazio antistante l’ingresso su suolo pubblico, è possibile adottare una soluzione provvisoria (scivoli mobili o altre soluzioni).

Art.77-4. Tutte le attività di tipo commerciale, ricettivo, culturale, sportivo e per lo spettacolo, aperte al pubblico che non presentino un ingresso accessibile, sono tenute a dotarsi di una soluzione provvisoria, per garantire l’accesso alle persone con disabilità, con scivoli mobili e campanello di chiamata.

 

Lo scopo è quello di focalizzare l’attenzione all’accessibilità di persone disabili ad attività e servizi aperti al pubblico obbligando le stesse attività a rendersi pienamente accessibili ai disabili stessi (art. 77 – Progettazione universale: accessibilità, visibilità, adattabilità degli edifici – barriere architettoniche). Tale normativa richiede che tutte le attività commerciali esistenti si dotino di soluzioni tecniche per il superamento dei gradini d’ingresso e il posizionamento del campanello di chiamata. Tutto ciò con scadenza massima per il 26 novembre 2015.

Per ora tale normativa interessa esclusivamente il comune di Milano, ma chissà mai che altri comuni decidano di intraprendere questa strada. Intanto i commercianti di Milano dovranno mettersi a norma prima che il comune cominci a fare i controlli. Vi terremo aggiornati.

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy