Rapporto infortunistico Regione Lombardia 2015

Rapporto infortunistico Regione Lombardia 2015-0

Rapporto infortunistico Regione Lombardia 2015

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Lombardia”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.

Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Lombardia 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i principali progetti realizzati a livello territoriale.

Nel 2014 risultano attive oltre 688 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari a circa il 18% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con una moderata riduzione rispetto al 2013 (-0,6%). Le masse salariali denunciate, soggette a contributo Inail, ammontano a oltre 84 miliardi di euro, corrispondenti al 25% del dato nazionale, evidenziando un lieve incremento (intorno all’1%) rispetto all’anno precedente.
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati; questi ultimi, nel 2014, ammontano a oltre 1,4 miliardi di euro e rappresentano circa il 24% del totale.
I dati delle indennità relative agli infortuni mostrano un andamento decrescente, con una costante e significativa riduzione.
Diversamente da quanto registrato a livello nazionale, nel triennio 2012 – 2014 sono in diminuzione anche gli indennizzi in capitale relativi alle malattie professionali (da 576 a 551). Nel 2014 sono state erogate circa 102 mila rendite, di cui 1.905 di nuova costituzione.

Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. In Lombardia sono state registrate oltre 121 mila denunce di infortuni nel 2014, con una diminuzione del 3,2% rispetto all’anno precedente e del 9,4% rispetto al 2012. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro sono oltre 82 mila (-11,9% nel triennio), dei quali più di 13 mila (il 16,2%) avvenuti in itinere. I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 97 rispetto ai 695 riconosciuti a livello nazionale.
Gli infortuni sul lavoro hanno causato oltre 2 milioni di giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano il 16,7% del dato nazionale.

Le malattie professionali denunciate in Lombardia nel 2014 sono state 3.374, con un incremento nel triennio (+9,7%) più contenuto di quello registrato a livello nazionale (+23,9%). Le denunce hanno coinvolto 2.810 lavoratori. L’Inail ha riconosciuto la causa professionale in 1.324 casi; i lavoratori deceduti per malattia professionale sono stati 221, il 13,6% del dato nazionale. Nel 2014 l’Inail ha erogato oltre 11 mila prestazioni per “prime cure”, con un incremento rispetto all’anno precedente del 15,3%. Rispetto al 2012, tuttavia, si ha una flessione dell’11,7%.
In costante diminuzione risulta la spesa per acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da poco più di 10,7 milioni di euro nel 2012 a poco più di 8,2 milioni di euro nel 2014, con un decremento del 23,3%.

Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo complessivo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito nel 2014 di controllare in Lombardia 4.709 aziende; di queste, 4.001 (l’85%) sono risultate non regolari. Complessivamente, i premi omessi accertati ammontano a oltre 31 milioni e 400 mila euro (+13% rispetto al 2013).
Nel 2014 sono state accolte quasi 12 mila istanze di riduzione del tasso di tariffa per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di oltre 91 milioni di euro.
A fronte delle 39 mila richieste, sono stati erogati oltre 11 mila servizi di omologazione e certificazione, con un fatturato complessivo di 2 milioni di euro.

Sommario
Nota metodologica
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. Sviluppo dell’attività del Referente medico della prevenzione di sede
6.2. Il sistema dei flussi per la prevenzione delle malattie professionali. Iniziative di formazione mirata per condividere strumenti operativi coi professionisti della salute
6.3. Piano regionale 2014 – 2018 per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.  Laboratori di approfondimento
6.4. Protocolli riabilitativi per traumi contusivi semplici
6.5. Sicurezza sul lavoro per Expo 2015. Il ruolo del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (Rls) nella valutazione dei rischi da interferenze e nell’adozione delle misure di prevenzione
6.6. Inail e Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano: una ricerca sul tema della violenza fisica e morale nei luoghi di lavoro per una prevenzione mirata
6.7. La formazione nei cantieri Expo 2015
6.8. Facilitazione dei processi di reinserimento lavorativo per le persone invalide del lavoro
6.9. Scio anch’io 2014
6.10. Progetto di promozione della pratica sportiva per il reinserimento delle persone con disabilità
6.11. Miglioramento del Sistema di gestione della sicurezza (SGS) nelle aziende a “Rischio di incidente rilevante”
Glossario

Condividi suShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

0 Comments


E tu cosa ne pensi?

La tua email non sarà pubblicata

Lascia una risposta

© 2017 SQ Più S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Partita IVA 03977450968 - Accreditamento per la formazione - Regione Lombardia n. 830 - Cookie Policy